Categorie
Abitare

Come cambia la cucina oggi

Oggi la cucina ha un tratto “living”. Se in passato la cucina era direttamente collegata alla sua destinazione d’uso, quindi usata solo quando c’era l’esigenza di mettere a tavola qualcosa, oggi la cucina rappresenta il vero centro della casa, con l’attenzione per i dettagli e l’idea di una cucina che si anima tutto il giorno, non solo quando volete mettere qualcosa sotto i denti.

Un confronto tra ieri e oggi è esplicativo di come sono cambiate le cose. Negli anni ’60 esplodeva in Italia la corsa al frigorifero e alla lavatrice, considerati sintomi di benessere. Svanivano così le cucine del passato contadino e popolare, che non consentivano alle donne di occuparsi di altro al di fuori dei lavori domestici.

La cucina resta il luogo dove “si cucina”. I fornelli e i vari strumenti elettronici erano così ingombranti da non consentire una destinazione d’uso diversa. Con l’arrivo delle tecnologie oggi gli elettrodomestici occupano sempre meno spazio e sono sempre più intelligenti.

Anche i materiali sono cambiati: se prima era il legno massello a imperare su tutto l’arredamento (non solo quello della cucina), oggi l’alluminio, la plastica riciclata, il vetro e persino il legno truciolato diventano mobili raffinati ed eleganti.

L’ultimo festival di Berlino, poi, ha dato una svolta al modo stesso di intendere gli elettrodomestici: con un’applicazione il frigorifero ci informa su cosa manca e, una volta a casa, propone le ricette da preparare con gli ingredienti al suo interno!

Dal lato living, anche tavolo e sedie sono diventati più minimalist: occupano di meno, spesso sono pieghevoli per agevolare chi vive nei monolocali, mentre i più raffinati sono invece in vetro, oppure in plastica fluo colorata se ci sono bambini.

La personalizzazione degli arredi la fa da padrone in cucina: c’è chi sceglie il design Made in Italy del truciolato, chi invece preferisce l’alluminio, chi gli elettrodomestici piccolissimi che spazzano da soli i pavimenti, o che puliscono da soli i vetri.

Ovviamente la cucina non potrà fare a meno dei fornelli (che possono anche scomparire per trasformare la cucina in un soggiorno confortevole), del forno (che sia piccolo o grandissimo, sempre in versione slim) e della lavastoviglie (anche questa dal design slim).

È il modo di accostare questi elettrodomestici e il design a fare la differenza nella realizzazione della cucina perfetta. Non dimentichiamo che i materiali devono garantire l’igiene e devono essere facili da pulire.

Insomma, l’epoca della polverosa cucina di Cenerentola è decisamente finita: la nuova cucina è spaziosa, riduce i consumi e cerca di venire sempre più incontro alle esigenze della famiglia.

Come sarà la vostra nuova cucina?

cucina living

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *