Contatto Rapido
Agenzia Immobiliare di Roma

Edilizia

Servizi di consulenza immobiliare

Notizie, esperienze ed idee per l’edilizia a Roma e provincia.

Il travertino romano

Introduzione Di depositi travertiniferi se ne trovano un po’ in tutto il mondo, ma è fuori di dubbio che quello del bacino delle Acque Albule (a nord-est di Roma) sia il più importante giacimento grazie alla continuità estrattiva, alle qualità estetiche (uniformità cromatica) e tecniche (resistenza) del materiale e alla facilità di coltivazione. A queste motivazioni va aggiunta, infine, l’enorme estensione del bacino che si sviluppa per circa 45 Km2. La genesi Circa due, tre milioni di anni fa, gran parte dell’Italia era ricoperta dal mare così come l’area del bacino delle Acque Albume, come […]

leggi tutto >>

 

Ancora sulle infiltrazioni nei muri

Proseguendo la disanima sulle infiltrazioni iniziata la volta precedente, vi sono alcuni aspetti degli interventi di manutenzione che vanno maggiormente evidenziati, primo fra tutti la necessaria prevenzione per evitare futuri più gravi inconvenienti con conseguenti maggiori spese e, secondo e non ultimo, in sede di interventi di ristrutturazione, il controllo della qualità dei materiali usati. Qui di seguito analizzeremo alcuni casi tra i più frequenti che si possono verificare, i quali, se trascurati per lassismo o per non averne compreso le potenziali pericolosità, possono dar luogo a dannose ed onerose conseguenze. L’assenza delle copertine sui […]

leggi tutto >>

 

Importanza dei materiali nell’architettura biocompatibile

Le strutture murarie portanti Come già detto più volte la progettazione architettonica bioecologica è valutata secondo i parametri della biosostenibilità, ma sarebbe meglio valutarla secondo quella che, con un personale neologismo, chiamo: biocompatibilità. Il massimo grado di biocompatibilità raggiunto da una struttura abitativa può essere tranquillamente attribuito ad  un nido d’uccello, quale, ad esempio quello di cicogna. Mi sembra importante precisare a questo proposito che un progetto biocompatibile dovrebbe nascere dal pieno utilizzo, da parte dell’architetto, delle intere capacità della nostra mente: sia di quelle che risiedono nell’emisfero cerebrale destro e che attengono alla fantasia, […]

leggi tutto >>

 

Senza Durc niente lavori

Il Condominio è responsabile  per un anno dopo la cessazione dell’appalto delle mancate retribuzioni e dei contributi non versati  dall’impresa appaltatrice ai propri dipendenti. La nuova normativa impone, pena la sospensione dell’efficacia  del titolo abilitativo  che legittima l’esecuzione delle opere  edilizie, di comunicare al Comune competente i documenti  rilasciati da I.N.P.S.  I.N.A.I.L. e  CASSE EDILI che attestino la regolarità retributiva e contributiva dell’Impresa L’articolo 6 comma 1 del decreto legislativo n° 251 del 6 ottobre 2004 quale decreto correttivo del d.lgs. 10-9-03 n° 276 in materia di occupazione e mercato del lavoro recita: “ Salvo […]

leggi tutto >>

 

INTRODUZIONE al CONCETTO di MANUTENZIONE

Il mondo della casa si sta evolvendo, come tutte le cose del nostro tempo, con una rapidità inaspettata. Cambia l’approccio ad esso ed il significato che diamo al “mattone”, ma soprattutto sta cambiando la considerazione economica, in un mercato che, se da sempre tendente al rialzo, mai come in questi tempi ha prodotto valori e conseguentemente ricchezza. Tutto ciò sembra scontato perché è sotto gli occhi di tutti, ma non è altrettanto scontato cosa tutto questo stia modificando nel “proprietario medio”, in colui che acquista un immobile ancora per i soliti motivi – la sicurezza […]

leggi tutto >>

 

RESPONSABILITÀ DEI COMMITTENTI

Quali sono le responsabilità che si assumono i condomini e l’amministratore in fase di esecuzione dei lavori? Il decreto legislativo 494/96 riguardante la sicurezza sui cantieri temporanei o mobili, è senza dubbio un’importante norma di derivazione europea, che ha posto le basi per migliorare le condizioni di lavoro nel settore delle costruzioni, dove, insieme al settore cave, più alti sono gli infortuni sia in relazione alla loro gravità, che alla loro frequenza. Uno degli aspetti principali che ha orientato la normativa del settore costruzioni è che “il 60% degli incidenti mortali sul cantiere dipendono da […]

leggi tutto >>

 

Umidità da infiltrazione

Al contrario della condensazione che lascia nella maggior parte dei casi le superfici sostanzialmente integre, anche se aggredite dalle spore delle muffe, le infiltrazioni sono caratterizzate da scolature e sfarinamenti delle tinte superficiali e, spesso, dall’erosione degli intonaci . Queste caratteristiche pur rendendo sostanzialmente facile una prima distinzione tra condense e infiltrazioni, non sono tuttavia sempre sufficienti per far individuare la provenienza dell’acqua. In quest’ultimo caso, infatti, l’acqua potrebbe avere accesso anche da punti relativamente lontani dalle zone compromesse, pertanto se non si è del tutto certi delle vie di ingresso, sono preferibili (in quanto […]

leggi tutto >>

 

Progettare in poco spazio

E’ sicuramente più difficile organizzare gli ambienti quando lo spazio è poco, ma in questo caso si è riusciti a conciliare le esigenze pratiche con l’armonia delle forme, distribuendo le stanze in base all’esposizione della casa, con sguardo attento ai vantaggi offerti alla salute grazie all’applicazione dei dettami della bioarchitettura, credendo nella salvaguardia dell’ambiente tramite l’uso dei pannelli solari. Prendiamo in considerazione un appartamento di piccole dimensioni, circa 60 mq, analizzandone la distribuzione degli ambienti interni, le soluzioni architettoniche e gli accorgimenti tecnologici adottati. Nella progettazione abbiamo rivolto particolare attenzione all’ottimizzazione degli spazi cercando tuttavia […]

leggi tutto >>

 

Umidità da condensazione

L’umidità da condensazione è un fenomeno fisico legato a numerosi fattori fra i quali i principali sono la TEMPERATURA interna ed esterna ed il VAPORE ACQUEO interno. Il deposito di quest’ultimo, sotto forma di microgocce, è determinato infatti dal raffreddamento sino alla saturazione dì detto vapore a contatto con superfici a temperatura inferiore, (l’appannarsi delle finestre con il nostro alito ne è la più semplice e visibile conseguenza). Negli edifici le superfici maggiormente disperdenti e quindi più fredde nella stagione invernale sono, oltre alle ovvie finestre, in assenza o carenza dì idonea coibentazione (isolamento termico), […]

leggi tutto >>

 

Umidità nei muri di casa

La capillarità o umidità ascendente è un fenomeno fisico che permette l’assorbimento di liquidi in tutti i materiali porosi, ma mentre in natura è sempre positivo (si pensi per es. alla circolazione della linfa negli alberi), in edilizia può dar luogo a sgradevoli effetti. Oltre infatti al degrado estetico, dovuto agli intonaci sgretolati o distaccati o corrosi con il tipico andamento ad onda, vanno considerati il sempre possibile indebolimento statico delle strutture, (se ad es. vi sono sgrottamenti sotto le fondazioni dovute a perdite dalle reti delle acque nere), e soprattutto i danni cagionati alla […]

leggi tutto >>

 

Il primo passo per il risparmio energetico

Perché isolare La politica di risparmio energetico punta ad un migliore isolamento termico degli edifici, grazie ad un maggiore utilizzo di tecnologie ad alta efficienza, nonché all’impiego di fonti rinnovabili. E’ solo agendo sulle caratteristiche intrinseche degli edifici che è possibile rendere efficaci successivi interventi finalizzati al risparmio energetico, che applicano tecnologie di utilizzazione, soprattutto, dell’energia solare. Inoltre agire sulle caratteristiche di isolamento di un edificio, esistente o di progetto, significa mettere in gioco somme relativamente basse e con tempi di recupero dell’investimento  (attraverso il risparmio energetico ottenuto) generalmente brevi, tanto da far percepire l’utilità […]

leggi tutto >>

 

Filosofia del restauro

Il termine restauro è, forse, una delle accezioni più generiche e maggiormente abusate dei nostri tempi. A leggere i vari dizionari italiani, sembrerebbe significasse solo il ripristinare un’opera, farla tornare allo stato quo-ante, ricostituendone le parti deteriorate e i colori. Ma ciò appare superficiale e poco esaustivo in rapporto alla cultura della conservazione che vige, in particolare modo, nei Paesi di antica tradizione. Restaurare un bene, nel nostro intimo, non è solo ripristinarlo alla sua primitiva funzionalità, ma più genericamente, alla sua funzionalità, che non può escludere quella dettata  dalla attuale esigenza e dall’uso corrente […]

leggi tutto >>

 


Pagina 7 di 9123456789