Contatto Rapido
Agenzia Immobiliare di Roma

Registrazione contratti

Tutti i contratti devono essere obbligatoriamente registrati.

Come si registra un contratto di locazione

Una volta stipulato, il proprietario deve registrarlo all’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni, altrimenti dopo tale data sarà applicata una sanzione. I contratti devono essere presentati almeno in due originali: uno rimane all’Agenzia e uno sarà restituito timbrato. Per questo motivo è sempre consigliabile portare tre copie, cosicché le due parti possano entrambe riceverne una registrata. Su ogni copia deve essere incollata una marca da bollo di € 14,62. Tale marca è valida fino a 4 pagine, e comunque ogni 100 righe. Non è necessario pagarla se si sceglie il regime della cedolare secca. E’ necessario inoltre allegare la ricevuta del pagamento dell’F23, con il quale viene versata l’imposta di registro, anche questa volta chi ha optato per la cedolare secca non è tenuto al pagamento. Per tutte le locazioni è previsto il pagamento del 2% del canone annuo, moltiplicato per il numero di annualità, ad eccezione dei fabbricati strumentali per natura (1% del canone annuo se il proprietario è un soggetto passivo di IVA) e dei fondi rustici (ai quali si applica una percentuale pari allo 0,5% del canone annuo moltiplicato per il numero di annualità). In ogni caso per il versamento della prima annualità l’importo non può essere inferiore ad € 67,00. Tali spese sono condivise in parti uguali da locatore e conduttore. E’ importante sapere che sul deposito cauzionale non è dovuta alcuna imposta di registro.

Una volta entrato in possesso di tutta la documentazione, il proprietario si recherà all’Agenzia delle Entrate e, una volta compilato il “modello 69” e solo dopo ore di fila, potrà registrare finalmente il contratto.

Le Chat Immobiliare offre tale servizio per soli € 50,00 oltre l’imposta di bollo e di registro. Il servizio è gratuito per tutti gli immobili gestiti da noi.

Come si registra il contratto preliminare di vendita

L’iter da seguire è il medesimo, cambiano solo le imposte da versare e la tempistica.
In questo caso si hanno solo 20 giorni di tempo per registrare il contratto. Mentre l’imposta di bollo è la stessa, l’imposta di registro da versare mediante modello F23, è calcolata in misura fissa di € 160,00, a prescindere dal prezzo pagato per la compravendita. Vanno inoltre versate le imposte sulle somme versate a titolo di acconto e caparra. Se si è versato un acconto al proprietario, e si applica l’imposta di registro, allora si pagherà un’imposta pari al 3% della somma versata (sia per prima che per seconda casa). Se la vendita è soggetta ad IVA il proprietario deve emettere fattura per l’importo relativo all’acconto, applicando l’IVA corretta, che varia a seconda del bene: 4% per la prima casa, 10 per la seconda casa, 20% per le case di lusso. Sulla caparra depositata si applica sempre un’imposta di registro pari allo 0,5%.

Le Chat Immobiliare offre tale servizio per soli € 50,00 oltre le imposte. Il servizio è gratuito per tutti gli immobili gestiti da noi.

Contattaci per avere maggiori informazioni su questo servizio

Chiama ora !!!

Nome

Email (necessaria)

Telefono (necessario)

Servizio richiesto

voltura catastalevisura catastalecertificato catastaleplanimetriacorrezione dati catastaliispezione ipotecariacertificato ipotecarioregistrazione contrattorichiesta progetto di costruzionerichiesta agibilità-abitabilità

Indirizzo - Zona - Città dell'immobile

Note

Ho letto l'informativa sulla privacy ed autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003
(i miei dati saranno utilizzati solo ai fini del presente servizio):