Contatto Rapido
Agenzia Immobiliare di Roma

Uso e abuso dei condizionatori

Marketing - Pubblicato da Giorgia Manieri - Nessun commento

Norme da tener presenti, per non danneggiare la salute.

Il caldo e l’afa delle estati passate hanno visto gli italiani protagonisti di  una vera e propria corsa all’acquisto di condizionatori e ventilatori, con un tasso di crescita del settore del 26 %; molto più alto rispetto alla media europea. Ma se è vero che rinfrescare l’aria rende più sopportabile lavorare di giorno e riposare di notte, quando la temperatura aumenta, è altrettanto concreta la possibilità di “ammalarsi” a causa dell’aria condizionata.

Vediamo quindi quali sono i rischi legati ad un non corretto uso dei condizionatori, e quali invece gli accorgimenti per sfruttarli al meglio, senza conseguenze per la salute.
Occorre fare particolare attenzione a non passare repentinamente da un ambiente molto caldo ad uno molto freddo, poiché esiste il rischio che il sudore presente sulla pelle si raffreddi di colpo, e quindi porti ad un raffreddamento della cute, riducendo così la sua azione protettiva nei confronti delle infezioni.

Anche l’abbigliamento è importante. Conviene sempre indossare indumenti di cotone sulla pelle, per assorbire il sudore, e quindi evitare che una troppo rapida esposizione al freddo produca danni.
Evitare di abbassare eccessivamente la temperatura “artificiale”, impostando il termostato in modo che la differenza di temperatura esterna ed interna non superi i cinque gradi.
Posizionare i bocchettoni in modo che l’aria fredda vada verso l’alto e non “colpisca” direttamente le persone.

Non sistemare il compressore davanti a vasi di fiori, tende o altro che possa impedire la circolazione omogenea dell’aria nell’ ambiente.

Durante la notte spegnere l’apparecchio (o ridurre al minimo la potenza) in quanto dormendo la temperatura corporea si abbassa.

Provvedere con regolarità alla pulizia del filtro ed effettuare una manutenzione periodica dell’ impianto.

La pulizia dei filtri è fondamentale ai fini di una riduzione di quelli che sono i rischi più gravi per la salute in soggetti esposti a condizionatori. I filtri per l’aria  permettono l’allontanamento di Acari, Pollini e Miceti; i primi  se raggiungono le vie respiratorie alla pressione con cui l’aria viene immessa in circolo dal condizionatore possono causare riniti e/o congiuntiviti  oppure crisi di asma bronchiale in soggetti allergici. I miceti , invece, sono funghi che possono riprodursi all’interno degli impianti utilizzati per umidificare e condizionare l’aria e possono scatenare gravi forme asmatiche oppure, replicandosi all’interno dell’apparato respiratorio, possono provocare infezioni potenzialmente gravi in persone con un sistema difensivo indebolito.

L’infezione più comune causata da questi microrganismi è quella da Legionella pneumophila la quale, sopportando temperature di 50 gradi centigradi in acqua, si riproduce senza difficoltà nelle apparecchiature e nelle tubazioni di collegamento;  inalata attraverso goccioline di liquido e vapore la Legionella è in grado di causare una polmonite con esito anche mortale in persone immunodepresse.

Infine vorrei sottolineare che fumare in ambiente condizionato è ancora più dannoso in quanto spesso i condizionatori riciclano la stessa aria aumentando quindi l’esposizione del soggetto alle sostanze tossiche e cancerogene del fumo di sigaretta.

 

Locale commerciale in vendita a Monteverde

Aggiungi un commento