Contatto Rapido
Agenzia Immobiliare di Roma

Caffarella e Parco degli Acquedotti: due oasi di natura e archeologia sull’Appia

Roma - Pubblicato da redazione - Nessun commento

Roma è una città caotica e rumorosa ma è anche ricchissima di ville e parchi meravigliosi in cui rilassarsi e respirare silenzio ed aria pura. Ce ne sono un po’ in tutti i quartieri ma alcuni sono più forniti di altri in merito a spazi verdi (e quindi ci piacciono di più!). Sicuramente una zona da tenere d’occhio è quella dell’Appia-Tuscolana. In zona Appia troviamo infatti il grandissimo Parco della Caffarella mentre in zona Tuscolana c’è il Parco degli Acquedotti.

La Caffarella è una estesissima valle alluvionale creata dal fiume Almone e prende il nome dalla famiglia romana Caffarelli, proprietaria della tenuta della valle. Fa parte del parco regionale dell’Appia antica e si estende da via Appia Antica a via Latina definendosi come una delle più estese aree verdi della capitale. Il parco offre moltissime possibilità che vanno da una tranquilla passeggiata a piedi, un pic-nic sui tantissimi prati a disposizione, un’escursione in bicicletta tra salite e discese fino ad un giro archeologico tra i molti reperti storici. In quest’area verde si trovano infatti varie testimonianze di epoca romana tra cui il Ninfeo di Egeria, il Colombario costiniano, il tempio del Dio Redicolo, il tempio di S.Urbano, la torre Valca. Tutte affascinanti e molto interessanti da vedere.

All’interno del parco si trova anche il casale della Vaccareccia, un complesso composto da una torre medievale ed un casale cinquecentesco realizzato dalla famiglia Caffarelli. Davanti si trova un fontanile ottocentesco dove si abbeveravano gli animali ma il casale è tuttora attivo e vi svolgono anche attività e laboratori per bambini.

Anche il Parco degli Acquedotti fa parte dello splendido Parco regionale dell’Appia antica. È delimitato da via delle Capannelle, via Lemonia, via Appio Claudio e via del Quadraro ed è un’area verde molto estesa piena di testimonianze di epoca romana, rinascimentale ed ottocentesca. Ma a cosa deve il suo nome? Ovviamente alla presenza di acquedotti di epoca romana, sei grandi acquedotti costruiti dai romani ed utilizzati nella Roma antica più uno rinascimentale. Anio Vetus (sotterraneo), Aqua Marcia, Aqua Tepula, Aqua Iulia e Acqua Felice che sono sovrapposti, Aqua Claudia ed Anio Novus anch’essi sovrapposti. Immense ed altissime arcate da ammirare in un suggestivo contesto naturalistico.

acquedotti9

Oltre agli acquedotti imponenti il parco è disseminato di altri reperti archeologici. Ci sono la Villa delle vignacce, la tomba dei cento scalini, una cisterna con torretta, il fosso dell’acqua mariana, il casale di Roma Vecchia.

Il parco della Caffarella e quello degli Acquedotti sono quindi due parchi splendidi ricchi di storia e natura che non ci si può far scappare per sfuggire dal caos in due quartieri molto popolosi e movimentati.

 

Locale commerciale in vendita a Monteverde

Aggiungi un commento